Cosa Visitare a Firenze: guida ai migliori Itinerari a Firenze

Firenze è la città d’arte per eccellenza, il suo centro storico è censito dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità, è conosciuta in tutto il mondo per l’arte che conserva, le sue bellezze e la sua storia. Proprio perché è così ricca, non è semplice, per un turista che magari ci trascorre solo pochi giorni, decidere cosa vedere e cosa visitare, dovendo, per forza di cose, fare delle scelte.
Per questo si propongono di seguito un paio di itinerari, da fare a piedi, per chi ha poco tempo, ma anche molta voglia di conoscere i principali monumenti della città. Firenze non ha un centro storico molto esteso e per questo è facile e comodo girarlo a piedi, ottimizzando gli spostamenti e incontrando i principali monumenti e le bellezze più famose. Girare a piedi permette anche di notare i particolari, vivere le atmosfere della città, inoltrarsi in stradine suggestive alla scoperta di negozi e scorci nascosti e scoprire tutte le bellezze, anche le più piccole e meno conosciute.

Firenze

Firenze

Un itinerario da percorrere a piedi è quello che si snoda nel centro storico, nelle vicinanze del Duomo. Questo percorso è perfetto per chi non ha molto tempo, perché permette di vedere, anche solo da fuori moltissimi dei monumenti più belli e famosi della città. Cominciando da piazza del Duomo, è possibile ovviamente visitare la cattedrale e il campanile di Giotto; da qui, in breve tempo è possibile raggiungere la Casa di Dante. All’incroco successivo imboccando via Proconsolo si arriva al Museo del Bargello e proseguendo per un paio di isolati si arriverà in Piazza della Signoria, dove si affacciano Palazzo Vecchio e gli Uffizi. La galleria degli Uffizi è senza dubbio uno dei musei più famosi di Firenze e del mondo, dove è possibile ammirare moltissime opere d’arte, di tutte le epoche storiche: una vera full immersion tra dipinti, statue e ogni tipo di bellezza.

Un altro itinerario molto interessante è quello dell’Oltrarno, che condurrà il visitatore dalla parte opposta dell’Arno, appunto. Questa è una zona molto bella e suggestiva, meno frequentata, forse, dai turisti, ma allo stesso tempo non troppo lontana dal centro e dalle sue bellezze. Partendo da Ponte Vecchio, uno dei ponti più belli d’Italia, fulcro anche di una delle zone più suggestive per quanto riguarda le botteghe e i negozi. Proseguendo su via Guicciardini si arriverà a Palazzo Pitti, al cui interno è possibile visitare diversi musei e gallerie di natura varia: la Galleria Palatina, la Galleria d’Arte Moderna, la Galleria del Costume, il Museo delle porcellane, quello delle carrozze; inoltre sono visitabili gli appartamenti monumentali. Annessi al palazzo sono i meravigliosi e sontuosi Giardini di Boboli, uno dei più belli esempi di giardino all’italiana. Sul tragitto per arrivare a Palazzo Pitti si incontra la chiesa gotica di San Felice, che merita di essere visitata per il corridoio vasariano e per il crocifisso di Giotto che conserva al suo interno.

Da Palazzo Pitti, proseguendo l’itinerario, si arriva con facilità a Piazza Santo Spirito:  la zona è molto verde e famosa per i suoi loali. Ristoranti e bar vi ospiteranno per uno spuntino o per il pranzo, prima che vi possiate dilettare con lo shopping al mercato, oppure visitando la Basilica Rinascimentale di Santa Maria di Santo Spirito, famosa soprattutto per gli affreschi di Botticelli e Filippino Lippi. L’itinerario termina al Ponte di Santa Trinità, da raggiungere dopo una visita al Palazzo di Bianca Cappella, uno splendido edificio del XVI secolo. Questi sono solo due esempi di percorsi che si possono svolgere per cominciare a conoscere Firenze, una città che regala meraviglie a ogni angolo e che ogni volta riserva una nuova sorpresa, nascosta proprio dove non ce lo si sarebbe aspettato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *